Estate, bambini e sport: sì al relax, no alla pigrizia distruttiva

Videogames e aria condizionata, contro caldo e poca pazienza dei genitori, possono essere davvero deleteri. Ecco un vademecum che potrai dare alle mamme e ai papà dei calciatori perché l’estate non ti restituisca calciatori svogliati e pigri.

Se ricordi con nostalgia le vacanze estive come sinonimo di serate passate a giocare in strada fino a tardi con i tuoi amici, ad andare in bicicletta per tutto il vicinato e fare partite infinite, sappi che i tempi sono cambiati. La paura dei genitori che tiene i bambini vicino  casa e il caldo eccessivo sono un richiamo irresistibile a tenere i tuoi calciatori in casa, magari davanti ai videogiochi.

Il rischio - anzi, quasi sempre è la realtà - è che tutto il lavoro di un anno possa vanificarsi nei mesi estivi e che a settembre tu possa ritrovarti bambini che sembrano non aver mai giocato a pallone: impigriti, svogliati e, magari, eccessivamente pesanti.

È importantissimo che i bambini si mantengano attivi durante l’estate: i bambini hanno davvero la tendenza a diventare pantofolai quando non vanno a scuola e agli allenamenti, ma i genitori non possono permettere che ciò accada. Per questo, prima di dichiarare la stagione completamente conclusa, dovresti stampare e consegnare ai genitori dei tuoi calciatori questo piccolo vademecum per rimanere in forma durante l’estate, senza rinunciare al divertimento.

Limitare la presenza davanti ad uno schermo

Trascorrere troppo tempo davanti a tv o computer è dannoso per la salute dei tuoi figli. L'American Academy of Pediatrics raccomanda che i bambini sotto i 2 anni non passino del tempo davanti ad uno schermo e che i bambini di età superiore a 2 anni non guardino la tv per più di una o due ore al giorno. Queste buone pratiche tornano utili anche con bambini più grandi: dare una regola del tempo di utilizzo di dispositivi elettronici simili a tv e videogames eviterà di creare in loro dipendenza da questi mezzi stessi.

Acquista gli elementi base per fare sport

Non è necessario attrezzare un'intera palestra domestica, ma l'acquisto di alcuni giocattoli attivi per i bambini darà loro incentivo a muoversi. Per esempio, palloni da pallacanestro, da calcio, o persino da spiaggia, una corda per saltare e, se ve lo potete permettere, una bici. Questi giocattoli incoraggiano un bambino a stare all’aperto e godere di uno spazio più ampio per muoversi.

Sii un buon esempio

I bambini seguono sempre la guida dei loro genitori, quindi assumere un buon comportamento sarà il modo migliore di ispirare i tuoi figli: la regola della limitazione di ore davanti ad uno schermo vale anche per te; cerca di promuovere passeggiate in bicicletta insieme nei fine settimana, o organizza un'escursione nella natura.

Porta fuori i tuoi figli

L'esercizio al chiuso è certamente possibile, ma i bambini hanno molte più probabilità di muoversi all'aria aperta. Porta i tuoi figli al parco, in spiaggia e, se possibile, fai conoscere loro posti nuovi o dove non andate spesso, stimolerà la loro fantasia il loro desiderio di esplorare, sollecitando, così, in loro il movimento.

Dai loro cose da fare

I bambini si annoiano in fretta, quindi, la sfida per questi ragazzi è dare loro sempre qualcosa di nuovo da fare, anche e soprattutto se si tratta di attività fisica. Interessante da questo punto di vista è organizzare una caccia al tesoro: in ogni stazione, per poter avere l’indizio successivo, dovranno svolgere un esercizio, come per esempio dei salti sul posto, corsa a ginocchia alte, un giro di corsa intorno al cortile, saltare la corda per 30 secondi, hula hoop per un minuto... le opzioni sono infinite!

Iscrivere i bambini a un'attività estiva

Sapere di avere un appuntamento fisso è un ottimo modo per non lasciarsi vincere dalla pigrizia. Ci sono ormai, nelle città, tantissimi centri estivi che organizzano attività per i ragazzi: non resta che scegliere!

Prova a definire un calendario del fitness

Siediti con tuo figlio e scegliete insieme le attività che preferisce fare durante l’anno a scuola calcio. Quindi scegli due giorni ogni settimana di vacanze estive per svolgere quell'attività in maniera leggera. Ad esempio, un giorno potreste svolgere una corsetta sulla spiaggia o al parco e due giorni dopo potreste improvvisare dei palleggi o una partitella.

Indietro
  • #estate
  • #calciogiovanile
Altri contenuti